Breno

Luciano Bertoli in "Abramo", due atti di Ermanno Bencivenga

Dio impartisce ad Abramo un comando che pare assurdo: uccidere suo figlio Isacco. Abramo sembra eseguire l’ordine senza esitazione, e così facendo, pensa di testimoniare la propria fede. Ma può la fede imporci un comportamento irragionevole?
Può Abramo, con il suo atto, dimostrare di conoscere davvero il Dio che adora? O non dovrebbe invece, conoscendolo, sapere che un Dio giusto e benevolo non potrebbe mai chiedergli un comportamento del genere? Qual è la prova cui Dio ha sottoposto Abramo? È Abramo un gran... LEGGI TUTTO

Per maggiori informazioni

Attenzione, l'evento che stai visualizzando è scaduto

Ti potrebbero interessare